Agente immobiliare: come sceglierne uno professionale

Giada FiordalisoGiada Fiordaliso - 29 Novembre 2019


L’agente immobiliare è una figura molto ricercata dalle aziende, sia da coloro che stanno cercando una casa sia da coloro che vogliono venderla. Chi svolge questo ruolo deve essere dotato di una certa professionalità e forza di persuasione. Quest’ultima servirà in particolare a far vendere la casa che l’agente presenta ai suoi clienti. Maggiore sarà il numero di immobili che riuscirà a vendere, e maggiore sarà il suo profitto.

Sono numerosi però i clienti che si chiedono quale agente immobiliare scegliere. Con questa domanda non intendono solo scegliere il tipo di agente immobiliare giusto, ma anche l’agenzia immobiliare più conveniente.

Molte persone temono di poter essere truffate dall’agente perché non conoscono bene il settore immobiliare. L’ignoranza di alcune norme e dello svolgimento di alcune procedure fa temere loro di essere ingannate. È possibile sceglierne però un agente professionista ed adeguato senza correre il rischio di essere truffati, tenendo conto di alcune semplici indicazioni.

Agente immobiliare: cosa non fare per non sbagliare

La figura dell’agente immobiliare viene ricercata in diverse occasioni, ma soprattutto quando si deve vendere una casa. Coloro che hanno questo obiettivo infatti dovranno concordare diversi elementi con un agente immobiliare. Quest’ultimo farà da intermediario tra il cliente e l’agenzia e contratterà con il primo, il prezzo delle provvigioni. Queste consistono in una percentuale da concordare in base al prezzo di vendita della casa, e destinata all’agente.

Il primo elemento da tenere a mente quando si sceglie un agente immobiliare, è quello di evitare le cosiddette “zero provvigioni”. Se queste infatti non ci sono o sono basse, l’agente non si impegnerà a fondo per la vendita della casa. Ciò significa che il risultato non sarà garantito e si rischia di non riuscire a vendere l’immobile desiderato.

Per scegliere una figura professionale ed adeguata, meglio affidarsi a chi chiede una percentuale di provvigioni giusta, ma non troppo bassa.

Una percentuale più alta infatti garantirebbe alla figura in questione di avere degli utili. Questi gli permetterebbero poi di lavorare bene sulla campagna pubblicitaria relativa alla vendita. Questo significa infatti che l’agente non si limiterà a sponsorizzare la vendita dell’immobile solo sul sito dell’agenzia, ma tramite qualsiasi mezzo di comunicazione. Di conseguenza, per il cliente, le possibilità di vendere aumenteranno.

Altro parametro da considerare per scegliere un ottimo agente è quello di non fidarsi di valutazioni esagerate. Se egli valuta l’immobile attribuendogli un prezzo esorbitante, che il cliente non si aspettava, meglio diffidare. Tale meccanismo infatti spesso viene utilizzato solo per far sì che l’addetto dell’agenzia guadagni di più.

Le conseguenze di questo atteggiamento sulla casa da vendere, sono però disastrose. In poco tempo infatti il cliente si accorgerà di essere caduto in un inganno: credendo in un possibile affare, si renderà conto che invece la sua casa non sarà mai venduta. Passeranno i mesi e infatti non solo sarà costretto a diminuire il suo prezzo, ma l’immobile perderà credibilità.

Agente immobiliare: altri parametri a cui fare attenzione per scegliere il migliore

Un buon agente immobiliare è il simbolo di una buona agenzia, dato che ne rappresenta la professionalità. Per valutare la veridicità riguardo il suo giudizio sull’immobile, però ci si deve affidare ad altri parametri oltre a quelli indicati. Questi saranno utili anche per capire se si tratta di una truffa o meno.

Prima di tutto si deve osservare se la figura in questione abbia effettuato le opportune misure dell’immobile. Un giudizio corretto riguardante il valore della casa, può infatti derivare solo da misure effettive, documentazione completa e non solo. L’agente dovrà anche valutare la situazione relativa alla vendita di immobili in quella zona, negli ultimi tre mesi. Dall’insieme di tutti i valori ne scaturirà un giudizio completo e corretto. Un vero agente inoltre non si baserà sui consigli dettati dal venditore, né si lascerà piegare da consigli stillati da persone non competenti.

Frasi utili per capire come valutare l’agente immobiliare

Esistono alcune frasi che possono aiutare a capire se la figura in quesitone sia un agente affidabile o no. Prima di tutto occorre diffidare di tutti quegli agenti che pronunciano frasi come “Secondo me la casa può valere…” oppure “Lei che ne pensa?” Un vero professionista si affiderà esclusivamente al proprio giudizio, ma non solo.

Un agente valido, come già accennato, indicherà il valore dell’immobile solo dopo aver svolto le opportune misurazioni e dopo aver studiato la documentazione.

Da evitare quindi anche frasi come “La documentazione per ora non serve” oppure “Poi mi manderà tutti i documenti, con calma”. I documenti invece sono il primo elemento che l’agente dovrà richiedere al venditore. Diffidare anche di chi chiede: “Di quanti mq è la casa?” La misurazione non va chiesta, ma va effettuata.

Altri elementi utili per scegliere un buon agente immobiliare

Un altro modo per scegliere un agente immobiliare professionale è controllare le recensioni di altri clienti sul sito della sua agenzia. Se quest’ultima appare come valida, molto ricercata, ha un sito aggiornato e chiaro, è reperibile, allora è un buon segno. Anche l’agente stesso dovrà mostrarsi disponibile, facilmente reperibile e soprattutto professionale. Ciò significa che non dovrà assentarsi per periodi eccessivamente lunghi, ma far avere notizie alla clientela con una certa regolarità.

Oltre a questo si può sempre controllare dal sito se l’agente ha già venduto case nella stessa zona del proprio immobile. Se lo ha fatto, dovrebbe avere qualche contatto già disponibile. Da considerare anche il fatto dell’esperienza: se è molto giovane chiedersi se è il caso di affidargli l’incarico oppure no.

Importantissima anche la presentazione del sito dell’agenzia: se al suo interno sono elencati diversi settori di vendita di immobili quali terreni, case, capannoni, fare attenzione. Nonostante infatti l’agenzia possa apparire a prima vista molto completa e professionale, valutare anche la quantità di personale. Se quest’ultimo è composto da numerose persone, allora ci si potrà affidare ad un agente specializzato nel settore della vendita di case. Se invece si cerca di vendere un terreno, richiedere il contatto dell’agente specializzato in questa categoria.

Questo breve esempio fa capire che non si deve credere in una figura che si ritiene capace di vendere qualsiasi tipo di immobile. Meglio invece affidarsi a qualcuno che si dichiara più specializzato in un determinato settore.

Seguendo tutti questi parametri, non si avrà difficoltà a scegliere un valido agente immobiliare.