Come aprire un Bed and Breakfast?
Eleonora Truzzi - 28 Gennaio 2020

Il Bed and Breakfast è una soluzione amata da tanti viaggiatori e da altrettante persone che devono spostarsi, fare visita a parenti ed amici lontani oppure soggiornare per lavoro.

Rappresenta un’ottima scelta sotto tantissimi punti di vista, prima di tutto perché permette di spendere una cifra inferiore a quella che si spenderebbe per alloggiare in hotel e, secondariamente, perché permette di entrare in un ambiente più accogliente, famigliare.

I clienti sono molto attenti a questo dato perché, chi si trova in un luogo diverso da quello in cui vive solitamente, desidera sentirsi a proprio agio e un ambiente come quello del Bed and Breakfast glielo consente.

Questo comporta, di conseguenza, che tantissime persone residenti in casolari, palazzi o corti siano incentivate a mettere a disposizione le zone inutilizzate per creare questo genere di struttura.

Complici i forti incentivi per le ristrutturazioni degli immobili e il desiderio di ottenere una rendita passiva, il risultato è che sono tantissimi coloro che si chiedono come aprire un Bed and Breakfast.

Per poterlo fare, sono previste delle normative rigide e anche gli immobili devono essere in possesso di particolari requisiti. Proprio per questo motivo, è fondamentale informarsi a fondo prima di intraprendere una strada simile.

Ma vediamo subito quali sono gli aspetti principali da considerare relativamente a come aprire un Bed and Breakfast.

La normativa su come aprire un Bed and Breakfast

Esiste una legge generale a regolamentare le strutture turistiche, ossia la Legge n.135 del 29 marzo 2001. Questa disposizione rappresenta la riforma della legislazione nazionale del turismo.

Tuttavia, sulla base di questa normativa principale, sono state create tutte le leggi regionali, che sono quelle a cui devi fare riferimento tu su come aprire un Bed and Breakfast.

il primo aspetto fondamentale che va sottolineato è proprio il fatto che ogni regione prevede la propria normativa in ambito di Bed and Breakfast. Perciò, il passo iniziale consiste nel fare riferimento esclusivamente alle leggi presenti nella regione a cui sei interessato perché, se chiedi consiglio a qualcuno che già conosci e che svolge la stessa attività in una regione diversa, non è detto che sia in grado di fornirti tutte le informazioni sulle caratteristiche richieste dalla tua regione di residenza.

Questo è il primo step, poi si passa al secondo.

Devi cercare su Internet lo Sportello delle Attività Produttive, più comunemente conosciuto come Sportello SUAP, oppure recarti fisicamente all’ufficio. Questo serve per denunciare l’inizio della nuova attività. Precedentemente, era necessario compilare i documenti della DIA, ovvero la Denuncia di Inizio Attività, mentre oggi devi richiedere la SCIA, ossia La Segnalazione Certificata di Inizio Attività.

Dopo aver compilato tutti i moduli richiesti, ed averli presentati all’ufficio del tuo comune di residenza, potrai aprire subito un nuovo Bed and Breakfast.

Anche in questo caso, i documenti che devi compilare sono differenti da regione a regione, per questo è fondamentale informarsi presso i propri uffici per capire esattamente quali informazioni sono necessarie per l’inizio dell’attività.

Infine, confrontati con gli uffici turistici locali o con le Aziende Autonome Provinciali per L’Incremento Turistico per definire tutti i passaggi e i controlli successivi.

È molto importante perché, per esempio, gli ospiti che passeranno attraverso il tuo Bed and Breakfast devono sempre essere comunicati all’autorità di Pubblica Sicurezza. Devi essere a conoscenza di questi obblighi prima di iniziare l’attività, così da poterli assolvere al meglio.

Utilizzare il proprio immobile come Bed and Breakfast

Hai una parte di immobile che non sfrutti e vorresti creare delle camere per accogliere nuovi ospiti?

Sulle leggi regionali sono individuati tutti i parametri che devono avere le stanze come, per esempio, un minimo di 8 mq per le singole. Poi esiste un numero minimo di camere che si possono avere per continuare ad essere considerati Bed and Breakfast, un minimo di posti letto, un numero massimo di permanenza, un numero di giorni continuativi, il proprio luogo di residenza e tanti altri dettagli.

Insomma, le regole da rispettare sono davvero tante!

Inoltre, è necessario che il tuo immobile nel complesso rispetti determinati criteri urbanistici e che i locali rientrino in determinati standard di igiene.

Non farebbe piacere nemmeno a te se prenotassi una stanza per un soggiorno e ti trovassi delle brutte sorprese!

Se hai delle camere vuote, e devi arredarle appositamente per il Bed and Breakfast, controlla che abbiamo tutti i requisiti richiesti. Questo, per esempio, è molto importante per il bagno.

Poi devi preoccuparti della pulizia e del ricambio della biancheria. Fortunatamente, le regole sono meno rigide rispetto agli standard degli hotel ma, ciononostante, devi garantire il massimo comfort possibile alla tua clientela.

La normativa sui cibi

Una menzione particolare la merita l’ambito culinario. Tante volte, chi si informa su come aprire un Bed and Breakfast, lo fa perché ama questa particolare formula di soggiorno, magari possiede l’orto o prepara cibi in casa utilizzando prodotti naturali. Capita molto spesso in campagna, dato che il nostro nPaese è famoso per la sua attenzione alla cucina.

Sfortunatamente, su questo ambito sono previste delle regole molto selettive.

Come dice la parola stessa il Bed and Breakfast deve comprendere, nel costo del soggiorno, anche la colazione. Tuttavia, è possibile offrire agli ospiti solamente cibi confezionati che non abbiano subito nessuna manipolazione.

Chiaramente, esistono delle attenuanti per coloro che hanno delle produzioni a livello familiare e hanno le autorizzazioni per poter vendere i prodotti da loro realizzati.

Tutte queste normative potrebbero spaventarti, inizialmente, ma questo non deve scoraggiarti dal dare vita ad un meraviglioso alloggio.

Si tratta di un’esperienza molto coinvolgente anche per gli ospiti stessi che possono entrare a contatto con la vera vita locale, non sentirsi oppressi da un ambiente rigido ed hanno la possibilità di conoscere persone nuove in grado di dargli consigli e suggerimenti su ciò che stanno cercando in quella particolare zona.

Se sei interessato a questo genere di attività, puoi considerare anche formule similari come quella dell’Affittacamere. Tutto dipende dai requisiti di cui sei in possesso o delle implementazioni che intendi fare per rendere a norma i locali.

Tags articolo:immobili affari

CONTATTACI

per richiedere la nostra assistenza








Ho letto e accetto la Privacy Policy