Come investire in immobili: 5 cose da considerare

Stai pensando di investire in immobili? Hai già adocchiato una proprietà in particolare o stai ancora valutando l’andamento del mercato? Inoltre, sei sicuro di guardare una proprietà che rientri nelle tue effettive possibilità?

Sono tante le domande che devi porti nel momento in cui decidi di investire in immobili, sia per comprare sia per immettere nel mercato una casa di cui sei proprietario. In fondo, non si tratta di un piccolo investimento.

Esistono tantissimi modi per investire in immobili. Puoi decidere di sfruttare una casa che hai già a disposizione ma, tante altre volte, devi effettuare un acquisto iniziale.

Qualunque sia l’investimento che desideri fare, devi vagliare tanti elementi soprattutto in riferimento al mercato e al comportamento delle altre persone.

Ecco tutti gli aspetti che devi considerare quando decidi di investire in immobili.

1. I Millennials si basano sulla rete

Rientrano nella fascia dei Millennials tutti coloro che sono nati tra il 1981 e il 1996. Si tratta di persone che hanno già compiuto i 20 anni ma che si trovano ancora sotto i quaranta, in quel momento della vita dove si cominciano a prendere le decisioni più importanti.

Questi ragazzi stanno già andando verso un lavoro fisso, una famiglia ed una voglia di stabilità. Per questo sono sempre più incentivati ad acquistare la casa aprendo un mutuo, piuttosto che pagare un affitto.

Tuttavia, sia che decidano di acquistare sia che scelgano di cercare un locale in affitto, se intendi investire in immobili vendendo un edificio che hai appositamente ristrutturato, oppure affittandone uno di cui sei proprietario, devi assolutamente considerare anche questa fascia di popolazione

I Millennials, infatti, hanno dei comportamenti molto peculiari. Se le persone delle generazioni precedenti erano abituate a recarsi nell’ufficio dell’agenzia immobiliare per cercare informazioni su case in affitto o in vendita, ora gli intermediari si sono spostati sul web. Ed è proprio qui che i ragazzi effettuano le loro ricerche.

Se vuoi vendere o affittare oggi, devi assicurarti che i tuoi annunci siano ben visibili sui siti web più rinomati per l’acquisto. Per citare qualche nome possiamo fare riferimento a Casa.it oppure a Immobiliare.it. Ma esattamente come questi due siti ne esistono tantissimi altri che permettono all’utente di filtrare le informazioni per trovare l’immobile che sta cercando.

2. A quanto ammonta il debito rispetto al reddito?

Investire in immobili significa anche acquistare una casa per te stesso investendo in un bene rifugio per poi tenerla come prima casa oppure per rivenderla anni dopo.

La strada più veloce si verifica quando hai già da parte la cifra disponibile da investire e vuoi creare un patrimonio costituito da beni che possiedano un valore intrinseco. Se invece non disponi di tutta la cifra? Il sentiero si fa più lungo.

In questo caso, per poter acquistare l’immobile dovrai necessariamente accendere un mutuo. Ma attenzione, scegliere il mutuo giusto è la chiave per non farti sommergere dal debito che dovrai ripagare. 

Tra le diverse opzioni puoi scegliere il mutuo al 100 per cento, il mutuo in tasca o il mutuo prima casa, se questo è un investimento per la tua prima residenza.

In genere le rate del mutuo non superano mai del 30% il valore della tua busta paga, ma è giusto che tu faccia qualche calcolo prima di vincolarti ad un debito di anni.

3. Investire in immobili uni o bi-familiari?

Di nuovo torniamo a concentrarci sull’acquisto. Hai un bel po’ di soldi da parte e vuoi fare un buon investimento che frutti a te e a parte dei tuoi parenti. Esistono tantissimi tipi di case in vendita e la scelta spesso si divide tra acquisto di una villetta adibita per una sola famiglia oppure per due famiglie.

Magari in quel momento hai la necessità di comprare una bifamiliare per motivi personali. Ma stai attento a pensare anche al dopo, ovvero al momento della vendita.

Se un domani vorrai recuperare l’investimento del tuo immobile vendendo la proprietà, trovare acquirenti per una casa bifamiliare potrebbe essere più difficile.

Anche nel momento in cui tu voglia vendere solo la tua metà casa, devi prendere in considerazione anche i diritti degli inquilini dell’altra metà per poter procedere con la vendita.

Senza contare che potrebbero esserci delle zone utilizzate da entrambi per decisioni prese quando ancora la abitavi.

In sostanza, rivendere una casa unifamiliare risulta più semplice che non mettere in vendita una bifamiliare.

4. Valuta il mercato immobiliare prima di investire in immobili

Nel momento in cui decidi di investire in immobili devi fare una grande considerazione di fondo: in che stato versa il mercato immobiliare

Il valore del mercato oscilla, le zone e le case possono acquistare valore così come perderlo. Una casa rappresenta un investimento decisamente costoso e deve essere ponderato con cura. Se ti trovi in un momento in cui acquistare è vantaggioso, non devi pensarci due volte.

Inoltre, sempre prima di investire in immobili, devi chiederti se sono più diffusi gli acquisti o gli affitti. Magari hai un bellissimo immobile a disposizione ma decidi di venderlo quando nel tuo paese la maggior parte delle persone opta per gli affitti. Ecco allora che devi fare questa valutazione a priori per evitare inutili perdite di tempo e di denaro.

5. Vuoi una rendita passiva o cerchi liquidità immediata?

Investire in immobili per ottenere liquidità significa scegliere tra vendere subito una casa oppure decidere di affittarla.

In questo caso ti trovi di fronte ad un bivio: vuoi godere di una rendita passiva oppure vuoi ottenere tutti i soldi subito?

Dipende. Se hai delle urgenze e devi effettuare spese o pagamenti ingenti, la soluzione della vendita può sicuramente essere vantaggiosa. Tuttavia, i soldi che ricaverai avranno una fine, per quanto alto possa essere il prezzo di vendita.

Diversamente, rendita passiva significa che ogni mese ottieni dei soldi fissi ed extra nel tuo conto senza dover fare nulla di speciale se non trovare degli inquilini a cui affittare la tua casa. 

Questa seconda scelta, ovviamente, ne fa seguire altre che riguardano la scelta degli inquilini, la lunghezza del contratto, il dover pagare le spese di manutenzione dell’immobile ecc. 

Si tratta di una decisione che riguarda esclusivamente te e le tue esigenze, ma è giusto che tu ti ponga questo problema prima di investire in immobili.

Ti abbiamo fornito qualche spunto per iniziare a porti i giusti quesiti nel momento in cui decidi di investire in immobili. Se vuoi approfondire una di queste tematiche non devi fare altro che scriverci compilando il Modulo di contatto che trovi in questa pagina. Il nostro team di esperti ti risponderà il prima possibile.

CHIEDI UNA CONSULENZA
CONTATTACI

per richiedere la nostra assistenza








    Ho letto e accetto la Privacy Policy