Comprare azioni: cosa significa e come fare

Per comprare azioni è necessaria una classica attività d’investimento che permette di ottenere dei profitti molto interessanti con la successiva vendita a un prezzo più alto.

Inoltre, esistono operazioni di trading con i contratti per differenza (CFD) che permettono d’investire su tali asset senza acquisirne la proprietà e con guadagni online anche nel caso di calo di prezzo dell’azienda. Come scegliere tra le due possibilità? Conoscendo appieno i vantaggi dell’uno e dell’altro sistema.

Cosa significa comprare azioni e quali vantaggi comporta

Un’attività di puro investimento come comprare azioni permette di ottenere un guadagno dalla crescita economica dell’azienda di cui si detengono delle quote.

Come? Più cresce il valore della suddetta azienda e più aumenta il possibile guadagno realizzato. Tale guadagno, può essere realizzato in due modi:

  • Con l’ottenimento dei dividendi sulle azioni dell’azienda. Periodicamente, infatti, l’azienda paga un dividendo ai possessori delle azioni in misura proporzionale.
  • Con la vendita di una o più azioni a un prezzo maggiore rispetto a quello di acquisto. La differenza tra i due prezzi darà quindi luogo al profitto per l’azionista.

Rispetto a quest’ultimo punto, devono essere fatte delle ulteriori precisazioni su come è fissato il prezzo di un’azione.

Vi sono, al riguardo, degli appositi mercati regolamentati in cui un’azienda è quotata e dove l’incontro tra la domanda e l’offerta dei titoli definisce il loro prezzo. Tra le Borse più importanti, quella di Wall Street a New York e quelle Europee presenti a Parigi, Londra e Milano.

Quando è il caso di comprare azioni per ottenere dei profitti?

Chi decide di comprare azioni in Borsa, trae un profitto sia dalla ricezione di un dividendo periodico in base agli utili registrati in un bilancio e sia dalla successiva vendita a un prezzo più alto. Questa classica attività d’investimento, permette di ottenere dei risultati molto interessanti per i suoi azionisti in caso di valore più che positivo dell’azienda.

Tuttavia, c’è il rovescio della medaglia nel caso di valore negativo dell’azienda. Questo è il caso, in cui comprare azioni non è per niente conveniente e può portare a delle perdite se non gestito con attenzione. L’importante, è non farsi prendere mai dal panico e aspettare come si evolve la Borsa in attesa di una nuova ripresa positiva dell’azienda.

Come? Immaginiamo di voler investire sull’azienda X e che al riguardo, sono state acquistate delle azioni per un valore di 1000 dollari. Nei casi in cui l’andamento dell’azienda X procede bene e si registrano dei rialzi del prezzo, allora l’operazione in questione avrà portato a un interessante profitto. In particolare, se tale valore raggiunge prezzi più alti tipo 1200 dollari dalla loro vendita, si otterrà un guadagno di 200 dollari.

Consideriamo ora il caso opposto ovvero che si realizzi un calo a 800 dollari. Questo è un momento più che delicato in cui non è detto che ci sia una perdita istantanea e dove non è assolutamente consigliato vendere. Al contrario, è da attendere l’evoluzione del mercato e fino al raggiungimento del prezzo dell’azione che permetta di ammortizzare il non profitto raggiunto.

Come valutare le migliori condizioni sul mercato azionario

Il valore di un’azione può cambiare continuamente e offrire interessanti possibilità di guadagno nel caso in cui il prezzo di acquisto sia nettamente più basso rispetto al prezzo di vendita. Come decidere quali acquistare per ottenere tale risultato? Ecco alcuni elementi da poter tenere in considerazione:

  • La reputazione dell’azienda. Scegliere un’azienda nota nel settore e con una buona reputazione, può favorire le possibilità di poter ottenere sia un buon dividendo alla fine dell’anno e sia in caso di vendita della quota posseduta.
  • Le notizie pubblicate sull’azienda e che ne aumentano la sua reputazione in Borsa. Tuttavia, ciò può avere effetti anche negativi sulle quotazioni nel caso di notizie che peggiorano la sua reputazione.
  • Delle variazioni grafiche del prezzo. Le informazioni come prezzo di apertura e di chiusura in Borsa, non devono essere mai trascurate per capire l’andamento dell’azione e acquistarla solo nei momenti migliori in cui è possibile trarne vantaggi economici.
  • Di investire sempre capitali minimi per ottenere il giusto profitto senza rischiare cifre eccessive del proprio capitale. Un luogo comune sulle azioni, è che siano necessari solo dei grossi capitali per operare ma questa convinzione è subito da sfatare.

Nel comprare azioni, inoltre, è importante una piena conoscenza della piattaforma di trading in cui eseguire queste operazioni. In tali casi, è fondamentale saper analizzare graficamente un buon momento per acquistare l’azione, ma anche gestirne eventuali cambiamenti sull’andamento di prezzo.

Gli ordini come lo stop-loss, quindi, possono rilevarsi dei preziosi alleati per fissare un prezzo limite entro cui l’azione può essere acquistata per ottenere il massimo profitto possibile.

Investire sulle azioni con il trading in CFD

Un’altra valida soluzione per investire sulle azioni e ottenere dei buoni guadagni online, è il trading in CFD (contratti per differenza). Queste operazioni, infatti, riguardano soprattutto l’andamento del prezzo di un asset e non la sua proprietà reale.

In pratica, è possibile ricevere un guadagno, sia nel caso di andamento positivo dell’azione e sia nel caso di andamento negativo dell’azione, purché tale risultato sia inserito come ordine in piattaforma rispetto ad una scadenza predefinita.

Un esempio, può favorire una maggiore comprensione di come funzionano i contratti per differenza rispetto all’acquisto di azioni. Tali contratti, non danno diritto a nessuna proprietà sulle quote dell’azienda, ma riguardano solo il loro andamento dei prezzi rispetto a una scadenza predefinita.

Ti ricordi del precedente esempio sull’azienda X e di sue quote acquistate a un prezzo di 1000 dollari? Il trading in CFD, fa in modo che sia il trader a decidere se questo valore aumenta o diminuisce rispetto a una scadenza per ottenere il relativo profitto.

Inoltre, è da considerare che rispetto all’acquisto di azioni, non si acquisisce nessuna proprietà e di conseguenza nessun dividendo ulteriore alla fine dell’anno. Il trading in CFD, come per l’acquisto di azioni, richiede molta attenzione da parte del trader nella gestione di ogni operazione.

L’utilizzo di capitali minimi e di una strategia come il money management, in particolare, è alla base per puntare a risultati equilibrati su un guadagno ma senza perdere delle eccessive cifre. Vi è poi da aggiungere, una capacità del trader di saper analizzare graficamente le variazioni di prezzo e capire per tempo future direzioni di valore verso trend di ribasso o di rialzo.

CHIEDI UNA CONSULENZA
CONTATTACI

per richiedere la nostra assistenza








    Ho letto e accetto la Privacy Policy