Cosa fare dopo un incidente in auto?
Eleonora Truzzi - 20 Gennaio 2020

Un incidente in auto rappresenta sempre un evento traumatico, sia nel caso in cui ci siano feriti, sia dal punto di vista dello spavento.

Nel momento in cui facciamo un incidente in auto la nostra mente fatica a mantenere la lucidità necessaria per poter gestire la situazione nel migliore dei modi per noi stessi e per gli altri eventuali automobilisti coinvolti.

Una gestione errata della dinamica dell’incidente stradale rischia di causarti un danno maggiore, specialmente economico, rispetto a quello già causato dall’incidente stesso.

Ecco perché devi sapere come muoverti per la gestione dell’incidente in auto nel momento in cui avviene ma anche successivamente, quando devi tutelare i tuoi interessi.

Questo è quello che devi fare subito dopo un incidente in auto.

Nel momento in cui avviene l’incidente cosa devi fare?

La prima cosa che devi fare è quella di mantenere la massima calma.

Poi accertati di essere in buone condizioni fisiche per uscire dal veicolo e gestire la situazione. Se non è così, devi aspettare i soccorsi e lasciare che altri si occupino della situazione.

Nel caso in cui tu stia bene, devi verificare se ci sono stati altri automobilisti coinvolti e quanto sono gravi le loro situazioni.

Quando hai ben chiaro il quadro di ciò che è successo, estrai il triangolo arancione che hai nel baule della tua auto.

Esponilo sulla carreggiata per evitare che altri automobilisti rimangano coinvolti nell’incidente.

Cosa fare nel caso di incidente in auto con feriti?

Come abbiamo detto, la primissima azione che devi fare dopo un incidente in auto è quella di verificare se ci sono eventuali feriti. In caso di risposta affermativa, devi prestargli tempestivo soccorso

Attenzione! Se le condizioni sono gravi evita di muovere i feriti e limitati a chiamare l’autombulanza. È molto importante che tu non prenda iniziative come spostarli o somministrargli eventuali farmaci. Non sai se hanno allergie e rischieresti di aggravare la situazione.

Nel momento in cui viene chiamata l’ambulanza, di conseguenza arriva anche una pattuglia dei carabinieri.

È fondamentale lasciare i veicoli esattamente dove si trovano per permettere alle forze dell’ordine di effettuare tutti i rilevamenti di cui hanno bisogno per l’accertamento della dinamica che ha portato all’incidente in auto.

Dopo aver prestato soccorso ai feriti, i carabinieri proseguono verificando se ci sono state eventuali violazioni del Codice della Strada come guida in stato di ebbrezza oppure utilizzo di sostanze stupefacenti.

Nel caso in cui l’incidente sia così grave da essere mortale, i carabinieri passano direttamente al sequestro di tutti i mezzi coinvolti.

Cosa fare nel caso di incidente in auto senza feriti?

Se non ci sono stati feriti, tu e gli altri automobilisti coinvolti potete mettere direttamente nero su bianco la dinamica per capire quali sono le diverse responsabilità.

In questo caso, ci sono più alternative.

Se le parti si trovano in accordo, potete compilare la constatazione amichevole indicando in modo preciso e puntuale qual è stata la dinamica che ha portato all’incidente in auto.

Nel caso contrario, ovvero se qualche parte coinvolta non è intenzionata a firmare la constatazione amichevole, è necessario fotografare tutti i danni subiti dai veicoli interessati e il luogo dell’incidente, per mostrare la segnaletica e la visibilità in quel preciso punto.

Anche se dovesse verificarsi quest’ultima situazione, ti consigliamo di compilare ugualmente la constatazione amichevole anche senza la firma della controparte.

Cerca eventuali testimoni

Nel caso in cui tu non riesca a far firmare la constatazione amichevole alle altre parti coinvolte, è molto importante che tu riesca a trovare dei testimoni che abbiano assistito all’incidente in auto.

Se li trovi, ricordati di chiedergli un contatto per poterli eventualmente chiamare nel caso in cui si arrivi al processo.

Come procedere alla constatazione amichevole?

Dovresti sempre tenere un documento per la constatazione amichevole in auto, così da averlo a disposizione nel caso in cui si verifichi una di queste situazioni.

Se ne hai uno, subito dopo essere stato coinvolto nell’incidente in auto puoi compilarlo in tutti i suoi campi e farlo firmare alla controparte.

Se, diversamente, non ne hai uno tuo, puoi chiederlo all’altro automobilista coinvolto o ad eventuali presenti. 

Nel caso in cui non sia possibile reperire il documento per la constatazione amichevole, scrivi su un foglio tutte le informazioni che ti sembrano rilevanti sulla dinamica.

Fai anche un disegno che la rappresenti e assicurati di appuntare tutte le generalità delle parti coinvolte.

Denuncia l’incidente in auto alla tua compagnia assicurativa

Ogni automobilista è obbligato a possedere una sua polizza auto che lo copra nel momento in cui si verificano situazioni come questa.

Dopo essere stato coinvolto in un incidente in auto, devi fare denuncia presso la tua compagnia assicurativa.

Dopodiché, la stessa potrà attivarsi per far valere le tue ragioni oppure pagare il danno nel caso in cui la colpa sia tua.

In generale, devi denunciare il sinistro entro 3 giorni dalla data in cui è avvenuto. Puoi recarti personalmente dal tuo assicuratore, inviare una raccomandata oppure utilizzare un eventuale portale internet, soprattutto per le polizze online.

Dopo essere stata informata, la compagnia assicurativa procede a verificare la responsabilità di tutti gli automobilisti coinvolti e avvia le procedure per il risarcimento.

Quale procedura di risarcimento si applica?

Se l’incidente in auto è avvenuto in Italia e ci sono due veicoli coinvolti, entrambi immatricolati e assicurati, si prosegue con la procedura di risarcimento diretto.

Secondo questo procedimento, i danni al veicolo, al conducente, ai passeggeri e a tutti gli altri oggetti coinvolti, sono risarciti proporzionalmente in base alla percentuale di ragione.

Al contrario, se le condizioni iniziali sono diverse, devi effettuare la richiesta di risarcimento alla compagnia assicurativa della controparte.

Infine ricorda che, se non sei soddisfatto dell’operato dell’assicurazione o ritieni che non sia arrivata ad una conclusione corretta, puoi inviare un reclamo in cui manifesti il tuo disappunto per come è stata gestita la pratica.

In generale, l’opzione della constatazione amichevole consente di chiudere velocemente l’accaduto. Puoi ottenere i soldi per eventuali lavori di riparazione da effettuare sul veicolo e non doverne passare alla via giudiziaria. 

Per ricevere assistenza in materia di Pianificazione e Difesa del tuo Patrimonio contatta i professionisti di ObiettivoProfitto compilando il Modulo di contatto che trovi in questa pagina.


CONTATTACI

per richiedere la nostra assistenza








Ho letto e accetto la Privacy Policy