E-commerce Vs Retail: quale scegliere per vendere?
Eleonora Truzzi - 19 Gennaio 2020

L’e-commerce sta prendendo sempre più piede nella vita della popolazione. Si acquista con pochi click, tramite lo smartphone, mentre si beve il caffè al bar.

La comodità dell’e-commerce è ormai chiara a tutti e i big del settore, come Amazon e eBay, ne sono la prova.

Ma è vero che l’e-commerce ha segnato il tramonto del retail? I negozi fisici andranno scomparendo? E-commerce grandi e piccoli diventeranno l’unica modalità per fare acquisti?

La risposta non è così scontata come sembra, a dimostrarlo sono gli stessi negozi online che abbiamo appena citato.

Nella sfida e-commerce vs retail, entrambe le parti hanno degli assi nella manica imbattibili.

Scopriamo insieme quali sono i loro punti di forza e quale strategia è meglio adottare sulla base del comportamento dei consumatori.

E-commerce Vs Retail: i pregi del commercio online

ecommerce vs retail
L’-ecommerce viene preferito per la comodità e la velocità

Il popolo dei consumatori è abbastanza diviso. Una metà preferisce gli acquisti online mentre l’altra metà rimane ancorata al negozio fisico.

Cosa spinge una buona fetta di consumatori a prediligere l’e-commerce?

Customer care avanzato

Gli utenti amano gli e-commerce che prevedono un servizio impeccabile durante tutto il ciclo di acquisto.

Prima di acquistare un bene, i consumatori vogliono ricevere tutta una serie di informazioni che possano metterli nelle condizioni di effettuare un acquisto consapevole. I siti web con descrizioni precise, fotografie e dettagli sono quelli maggiormente utilizzati.

Al momento dell’acquisto, i clienti necessitano di rassicurazioni, vogliono trovare risposte a tutti i dubbi momentanei che sorgono prima di effettuare il pagamento e un buon e-commerce dev’essere pronto a fornirle.

Dopo l’acquisto, il cliente deve sapere di poter contare sull’e-commerce in caso di problemi con l’oggetto acquistato e di non essere dimenticato. Rimanere impressi nella mente dei clienti è molto più facile per un e-commerce piuttosto che per un negozio fisico perché può raggiungere la sua clientela con un semplice post sui social.

Offerte sempre dietro l’angolo

Nella sfida e-commerce vs retail, il primo viene spesso preferito perché, in generale, l’utente tende a trovare più sconti ed offerte rispetto ai nei negozi fisici.

Soprattutto sui grandi e-commerce, è molto facile godere di promozioni su oggetti che in negozio vengono venduti a prezzo pieno.

Una strategia che gli e-commerce utilizzano spesso quando si parla di prezzi è la spedizione gratuita con una spesa minima e questa è una forte leva per i consumatori.

Consegna a casa

Uno degli aspetti che regalano un punto in più all’e-commerce, è quello di ricevere gli acquisti effettuati direttamente a casa.

In un momento storico in cui il tempo per se stessi e per lo shopping si sta assottigliando sempre di più, recuperare il tempo per lo shopping è fondamentale.

Gli e-commerce si stanno specializzando sempre di più per consegnare in tempi brevi, ad orari scelti dal cliente e a prezzi economici.

Servizi digitali

Oltre ai principali pregi che il mondo online porta con sé nella sfida e-commerce vs retail, esistono tutta una serie di comodità che incuriosiscono il consumatore e che gli permettono di vivere un’esperienza simile a quella del negozio fisico.

Una delle ultime innovazioni introdotte da svariati e-commerce è la realtà aumentata. Attraverso il sito o l’applicazione mobile è possibile vedere come un oggetto risulta all’interno della propria casa, già largamente utilizzato da Ikea, oppure come un determinato trucco si intona col viso, novità proposta da Sephora.

Un altro strumento molto utilizzato, soprattutto dai più giovani, è quello della ricerca vocale. Grazie a questa tecnologia è possibile effettuare una ricerca e, successivamente, un acquisto semplicemente parlando, esattamente come si farebbe in un negozio fisico.

Il terzo strumento che stuzzica la curiosità degli utenti quando si parla di e-commerce è la chatbot. Si tratta di software in grado di dialogare con l’utente per rispondere alle sue domande, risolvere un problema o proporre un’offerta. La scienza dei chatbot si sta sempre più affinando per simulare una vera e propria conversazione tra umani.

Infine, tra le più grandi strategie che portano a prediligere gli acquisti online, troviamo il Social shopping, ossia la possibilità di acquistare direttamente dai social media. È qui che le persone passano la maggior parte del loro tempo libero e chi desidera aprire un e-commerce sa di poter sfruttare questo enorme bacino di utenza.

E-commerce Vs Retail: dove è più forte il negozio fisico

ecommerce vs retail
I negozi fisici hanno delle caratteristiche intramontabili

Dopo aver elencato quali sono i principali punti di forza dell’e-commerce, scopriamo le caratteristiche che invece rendono intramontabili i negozi fisici.

Una vetrina per i prodotti

Gli e-commerce possono studiare una realtà aumentata sempre più realistica ma, dall’altro lato, il retail gode degli oggetti veri e propri.

Chi si reca in negozio può toccare con mano gli accessori o capi d’abbigliamento, provarli, capire se ha trovato esattamente quello che stava cercando e, cosa ancora più importante, il negozio fisico porta con sé una vera e propria esperienza.

In negozio ci si va con le amiche o con i famigliari, si trascorre del tempo in leggerezza e tranquillità, mentre nell’e-commerce si è soli con il proprio schermo.

Personale qualificato

Il punto di forza di un retail è quello di far assistere i clienti da un personale professionale che può consigliare durante gli acquisti o proporre delle alternative nel caso in cui il cliente non sia soddisfatto.

Un punto di ritiro

Nonostante si stia sviluppando sempre di più l’e-commerce, il negozio fisico mantiene la sua forza proprio perché può rappresentare un punto di ritiro.

Tante realtà sfruttano questa strategia: danno la possibilità di acquistare online ma poi prevedono il ritiro in un luogo fisico.

Una garanzia per gli oggetti costosi

Quando i consumatori devono spendere grosse cifre di denaro, hanno ancora qualche difficoltà a fidarsi completamente delle transazioni elettroniche, perché hanno paura di perdere tutto l’investimento fatto.

Per questo motivo, quando si parla di acquisti veramente costosi, le persone prediligono ancora recarsi nel negozio fisico.

Chi è il vincitore tra E-commerce Vs Retail?

ecommerce vs retail
Oggi a vincere è l’omnicanalità

La verità è che escono vittoriosi entrambi.

Per tanti versi l’e-commerce viene prediletto perché più immediato, moderno e pratico. Tuttavia, il negozio fisico detiene dei punti di forza che non potranno mai essere sostituiti da un software.

Qual è la soluzione per chi vuole vendere al giorno d’oggi?

L’omnicanalità.

Cosa significa questo termine?

Che il consumatore si trova di fronte diversi canali tra cui il negozio fisico, l’e-commerce, i social media, tutti connessi tra di loro.

Non si tratta più di scegliere se acquistare solamente online o solamente nel negozio fisico. Tanti clienti stanno scegliendo di visualizzare i prodotti online per poi acquistarli in negozio.

A testimonianza del fatto che il negozio fisico non sta morendo, scopriamo quali sono i piani di Amazon.

La rivelazione di Amazon

Amazon, il colosso degli e-commerce, non sarà più solo online.

Ha infatti annunciato di voler chiudere tutti i propri pop-up store americani e di puntare maggiormente sulle librerie fisiche Amazon Books, per proporre i libri più richiesti dagli utenti online.

Questa è una vera svolta perché dimostra che la situazione è ben diversa da quella che si potrebbe immaginare e che investire solamente sull’e-commerce forse non è la scelta più azzeccata.


CONTATTACI

per richiedere la nostra assistenza








Ho letto e accetto la Privacy Policy