Investire in Bitcoin: è ancora possibile guadagnare?

Alcuni pensano che diventerà la nuova moneta del futuro, altri sono convinti che sia una truffa, altri ancora stanno già guadagnando perché hanno capito da tempo il potenziale che si racchiude nell’investire in Bitcoin.

Il Bitcoin è stato creato nel 2009, esattamente dieci anni fa. Per tanti anni ha rappresentato un mercato florido in cui i pionieri investivano nella speranza di lauti guadagni. Che sono effettivamente arrivati.

Verso la fine del 2018, tuttavia, il Bitcoin ha subito un forte calo e i più pensavano che la sua era fosse già finita. Stupendo tutti, invece, la criptovaluta è tornata alla ribalta con un’impennata del suo valore proprio alla fine del primo semestre del 2019.

Iniziamo facendo un po’ di chiarezza su cos’è il Bitcoin, quali sono le principali attività che si possono fare, fino ad arrivare al perché è ancora possibile guadagnare se si pensa di investire in Bitcoin.

Cos’è il Bitcoin

investire in bitcoin
Il Bitcoin è la criptovaluta più conosciuta al mondo

Se devi iniziare ad investire in Bitcoin devi prima avere ben chiaro di cosa si tratta.

Il Bitcoin è una criptovaluta, ossia una particolare tipologia di moneta digitale, paritaria e decentralizzata che rende possibili transazioni, e una continua generazione della moneta stessa, attraverso sistemi di crittografia. La crittografia è un metodo di scrittura nascosta che può essere decodificata solo da chi è autorizzato.

È solo digitale?

Sì, il Bitcoin non è stampato. Questo è uno degli aspetti che preoccupa di più chi decide di investire in Bitcoin perché deve comprarli con soldi reali, che riesce a toccare con mano ma, dall’altra parte, acquista qualcosa che non è tangibile.

Tuttavia questo aspetto non deve spaventare. È proprio nel suddetto sistema che risiede la sua forza e il suo carattere innovativo.

Cosa significa una moneta decentralizzata?

Che non c’è un’autorità centrale e non ci sono intermediari, quali possono essere le banche. È una risorsa open source che viene creata e gestita dalla rete.

Come vengono creati nella pratica?

Sono il risultato di potentissimi calcoli di una rete decentralizzata. È quindi un algoritmo a creare i Bitcoin.

Il vero potenziale del Bitcoin

Oggi sono tantissime le criptovalute e ogni giorno ne vengono create di nuove, ad opera dei grandi player del mercato internazionale.

Il Bitcoin è, ad oggi, la criptovaluta più conosciuta al mondo, nonostante i suoi momenti di down. Questa è una delle prime motivazioni che dovrebbe suggerire l’importanza di investire in Bitcoin.

Hanno fatto addirittura ingresso nella Borsa. I più audaci, infatti, possono anche fare trading sul Bitcoin.

Si stanno diffondendo talmente tanto all’interno del mercato internazionale che oggi è possibile pagare in tantissimi esercizi commerciali, sia digitali che fisici, attraverso il Bitcoin.

Tante realtà prediligono il pagamento in Bitcoin perché attualmente non vengono tassati in Italia e non generano reddito imponibile, anche se l’Agenzia delle Entrate prevede alcune differenze su questo punto, nel caso in cui si tratti di imprese o persone fisiche e in base al metodo con cui si acquisiscono i Bitcoin.

Come investire in Bitcoin

investire in bitcoin
Regole basilari per fare trading con i Bitcoin

Prima di tutto, per iniziare ad accumulare Bitcoin, è necessario aprire un portafoglio. Il principio è esattamente quello del portafoglio fisico solo che sarà come la valuta, ossia digitale.

Il portafoglio serve per conservare i propri Bitcoin, trasferirli e fare pagamenti. Permette di avere sempre sotto controllo la situazione e dà la possibilità di effettuare diverse operazioni.

Per quanto riguarda il portafoglio, è di vitale importanza segnare i dati di accesso. Nel caso in cui andassero persi, sarebbe praticamente impossibile riuscire ad entrare sulla piattaforma.

Acquistare Bitcoin per rivenderli

Una prima e più semplice modalità per investire in Bitcoin è quella di acquistarli quando il prezzo di mercato è più basso per poi aspettare di rivenderli nel momento in cui avranno acquistato più valore.

Perché questo meccanismo è molto quotato?

Perché il Bitcoin è un bene finito.

Ne verranno creati 21 milioni e poi la produzione cesserà. Questo permetterà, a chi avrà avuto modo di comprarli, di possedere un bene inestimabile destinato a salire esponenzialmente di valore.

Per questo, chi non è particolarmente esperto di trading, può decidere di acquistare una quantità di Bitcoin da rivendere in un momento più propizio. L’acquisto spesso si sostanzia in piccole percentuali di Bitcoin, dato l’elevato valore unitario della criptovaluta.

Con questo sistema, tuttavia, si può incorrere in qualche rischio.

Uno può essere quello del crollo del prezzo, come è successo alla fine del 2018. Chi aveva acquistato Bitcoin ad un valore si era ritrovato con una criptovaluta di un valore molto inferiore rispetto a quello di acquisto.

Investire in Bitcoin con il trading online

Per i più temerari, è possibile fare trading anche con il Bitcoin. Questo implica un po’ di preparazione sul trading in generale per evitare di veder svanire tutto il proprio capitale.

A questo proposito, oltre a studiare le principali strategie, è consigliabile utilizzare delle piattaforme in rete progettate esattamente con questa funzione.

Una delle più quotate è 24option, ma se ne possono citare tante altre come Trade.com, eToro, Plus500 o Marketers.com.

Qual è il valore aggiunto di queste piattaforme?

Fermo restando che fare trading è un’attività impegnativa e rischiosa, le piattaforme proteggono dalle tante truffe che, purtroppo, nascono attorno al Bitcoin grazie ai Contratti per differenza (CFD).

Sono contratti finanziari che replicano in modo fedele l’asset di riferimento che, nel caso specifico, è il Bitcoin.

Negli investimenti in CFD si deve tenere sotto controllo il valore del CFD stesso, che sarà equivalente al valore del Bitcoin. Ci sono diverse tecniche che si possono sfruttare, le quali portano ad un guadagno nel caso in cui il valore aumenti o scenda.

Le piattaforme prima citate aiutando l’utente ad effettuare delle prove sul breve periodo per cominciare ad investire in modo efficace in Bitcoin.

Si guadagna comprando CFD sul Bitcoin nel momento in cui il costo sale mentre, al contrario, se si decide di vendere il CFD allo scoperto, il profitto arriva nel momento in cui il prezzo del Bitcoin cala.

Le piattaforme per svolgere il trading e investire sul Bitcoin offrono anche un’assistenza per aiutare gli utenti che muovono i primi passi verso questa nuova realtà.

Investire in Bitcoin nel 2019

investire in bitcoin
Investire in Bitcoin nel 2019

Torniamo al quesito iniziale.

È ancora possibile guadagnare dopo il down del 2018?

Il valore del Bitcoin si calcola generalmente in dollari americani. Dopo essere sceso a circa 3.000 dollari a dicembre 2018 ha avuto un’impennata a più di 12.000 dollari a fine giugno 2019.

Ad oggi, il Bitcoin come criptovaluta sta continuando a crescere ed evolversi, con nuovi prodotti quali i futures Bitcoin. Sono dei nuovi accordi per comprare o vendere a prezzi e in momenti specifici, sono stati introdotti per cercare di gestire al meglio i rischi inevitabilmente connessi ai mercati finanziari. Non incidono specificatamente sui guadagni ma riducono la probabilità di perdita.

La popolazione è ancora molto aperta all’utilizzo della criptovaluta, soprattutto i giovani infondono molte delle loro speranze in questa moneta innovativa.

Quindi, il 2019 è ancora un buon momento per investire in Bitcoin, senza dimenticare di rimanere sempre aggiornati sull’andamento del mercato.

Per richiedere assistenza in materia di Pianificazione e Difesa del tuo Patrimonio contatta i professionisti di ObiettivoProfitto compilando il Modulo di contatto che trovi in questa pagina.

CHIEDI UNA CONSULENZA
CONTATTACI

per richiedere la nostra assistenza








    Ho letto e accetto la Privacy Policy