Cosa sono le risorse umane

ArrayFederica Marcucci - 23 Novembre 2019

risorse umane

Avrai sentito sicuramente parlare delle risorse umane, ma sai nello specifico di cosa si occupano questi professionisti?

Conoscere il ruolo, tra l’altro molto ampio e duttile, di questi professionisti può aiutare sia i professionisti alla ricerca di lavoro, sia coloro che vorrebbero intraprendere una carriera in questo settore. 

Il valore delle risorse umane

Negli ultimi c’è stata una vera e propria riscoperta – necessaria aggiungiamo, del valore della componente umana nelle aziende. Questo è avvenuto dando alle risorse umane (chiamate anche Human Resources, HR) un ruolo sempre più importante e ampio. 

In qualsiasi realtà aziendale il profitto non può infatti prescindere dal valore delle persone che vi lavorano. Il compito delle HR è proprio quello di selezionare, formare e valorizzare i professionisti che entrano a lavorare in certa azienda.

Che cosa sono le risorse umane

Le risorse umane, o Human Resources, sono un team interno a un’azienda che si occupa di tutto quello che concerne la selezione e formazione del personale per quanto riguarda impegni a tempo determinato o indeterminato. I compiti di questa squadra non finiscono però qui e possono variare in base alle esigenze aziendali. 

In alcune aziende le HR possono occuparsi anche di amministrazione e contabilità, oppure di gestione interna. Ovviamente possono esserci alcune differenze, da realtà a realtà.

Che formazione è necessaria per lavorare nelle risorse umane?

Trattandosi di una professione contraddistinta da flessibilità, non è richiesta una formazione univoca per lavorare nelle risorse umane. I profili di questi professionisti possono vantare una formazione prettamente umanistica, come ad esempio una laurea in Lettere, Filosofia o Antropologia, ma anche Scienze Politiche oppure altro. Molto richiesti sono infatti anche i profili come una formazione in Scienze dell’Educazione o Psicologia, ma anche in ambito giuridico ed economico.

Come in tutte le professioni un buon background di studio vale molto, ma è nella pratica quotidiana che il vero lavoro può essere scoperto in ogni sua sfaccettatura. 

Cosa fare per lavorare nelle risorse umane?

Se desiderate intraprendere una carriera nelle risorse umane è consigliabile intraprendere almeno un tirocinio di specializzazione, se non un Master relativo al tema. In questo modo potrete già vantare una formazione adeguata su quello che oggi vogliono le aziende.

Il prossimo passo è quello di candidarsi e aspettare un responso positivo. Se tuttavia siete ancora a metà del vostro percorso di studi, oppure desiderate cambiare ambito lavorativo e non sapete molto sulle risorse umane meglio informarsi a dovere prima di intraprendere una strada che, magari, potrebbe non essere adeguata alle vostre aspirazioni. 

Un membro delle HR deve avere spiccate doti relazionali, capacità di organizzazione per poter lavorare in team e autonomamente. Pensate di avere tutte queste caratteristiche? Allora non vi resta che scoprire nel dettaglio che cosa fa un professionista delle risorse umane.

Che cosa fanno le risorse umane?

Come abbiamo già accennato, gli uffici delle HR si occupano oggi di molti compiti. Primo tra tutti la selezione del nuovo personale che dovrà entrare in azienda. 

Queste sono le principali attività a cui si dedicano:

Selezione del personale

Questa è l’attività standard di cui si occupano praticamente tutti gli uffici delle risorse umane in tutte le aziende, in tutto il mondo. Il lavoro viene portato avanti secondo criteri stabiliti dall’azienda stessa; va da sé che il team necessita di essere adeguatamente formato prima di diventare operativo.

Per selezionare il personale le HR possono attuare varie strategie. L’obiettivo è quello di rispondere alle esigenze dell’azienda per numero e tipologia di figure, ma anche per tipo di contratto. 

I professionisti entrano in contatto con i candidati in vario modo:

  1. Recuperano i CV presenti in archivio provenienti da candidature spontanee o da risposte a vecchi annunci;
  2. Pubblicano annunci: fino a qualche anno fa le aziende pubblicavano annunci su giornali cartacei; oggi vengono preferite piattaforme online dedicate oppure social network come LinkedIn. 

In seguito i candidati potranno essere selezionati in base a colloqui o test psico-attitudinali, in base all’azienda stessa.

Formazione

I professionisti delle risorse umane si occupano anche della formazione dei nuovi assunti, dando vita a dei veri e propri piani di formazione. Questi possono essere organizzati tramite corsi o tutoraggio, in base alla tipologia e all’organizzazione stessa dell’azienda.

Anche in questo caso le risorse umane devono concretizzare al meglio la filosofia aziendale, rendendo esplicite e, successivamente, applicando quanto richiesto dai superiori.

Amministrazione

Le HR si occupano anche di amministrazione e contabilità. In base al tipo di azienda potrete redigere contratti e preparare buste paga.

risorse umane

Le caratteristiche di un professionista delle risorse umane

Come abbiamo visto, lavorare nelle risorse umane significa avere a che fare con un’ampia gamma di fattispecie – anche molto tecniche, come possono essere ad esempio i contratti o le buste paga. 

Tuttavia questi professionisti dovrebbero sviluppare anche alcune skills personali legate alla capacità di lavorare in team in modo propositivo. Tra le caratteristiche che non possono mancare a un bravo professionista delle risorse umane ci sono:

  • Capacità di leadership: lavorare sulle emozioni positive è fondamentale per questi professionisti al fine di lavorare bene in gruppo, in particolare con i nuovi arrivati per i quali dovranno essere delle vere e proprie guide.
  • Autorevole e dotato di senso critico: durante un colloquio con un candidato esterno il professionista delle risorse umane rappresenta l’azienda; per questo motivo dovrà fare sue doti come l’autorevolezza e una spiccata capacità di giudizio. Capacità che necessariamente dovranno accompagnarsi a quelle di negoziazione e motivazione, soprattutto durante il lavoro di formazione. 
  • Capacità di comunicazione: un buon professionista di questo settore deve essere un abile comunicatore. Le doti relazionali sono fondamentali sia per interfacciarsi con i capi dell’azienda, sia con gli aspiranti candidati. Saper comunicare è ovviamente connesso al saper ascoltare. 

In conclusione

Le risorse umane sono un settore in costante evoluzione che, soprattutto negli ultimi anni, ha conosciuto un forte cambiamento dovuto anche ai mezzi digitali. Lavorare in un settore come questo significa essere in costante evoluzione, non stancarsi mai grazie a un approccio dinamico e fortemente incentrato sulla capacità del singolo.