Marketing online e offline: come promuoversi oggi

Il Marketing è un ramo dell’economia che si occupa dello studio di un mercato di riferimento per riuscire ad individuare i bisogni dei potenziali clienti e decidere le strategie con cui soddisfarli, unitamente ad uno studio approfondito del background culturale e dei competitor.

Da sempre si è svolta una tipologia di marketing che oggi viene definita offline.

Perché questo termine specifico?

Inizialmente esisteva il marketing in generale, che si avvaleva dei mezzi di comunicazione presenti sul mercato. Con la forte digitalizzazione, tuttavia, è nato un ramo specifico chiamato marketing online.

Da qui si è percepita la necessità di operare una distinzione tra il marketing online e offline.

È vero il fatto che una tipologia sia preferibile rispetto all’altra? Che il marketing offline sia morto e sia necessario investire tutto il budget sul marketing online?

Scopriamo insieme le differenze e i punti di forza.

Marketing online e offline: il lato tradizionale

marketing online e offline
I mezzi di comunicazione tradizionali non sono morti

Il marketing offline sfrutta i tradizionali mezzi di comunicazione.

Tra questi possiamo trovare la televisione e la radio, la stampa, il volantinaggio e gli eventi. Tutti metodi classici per raggiungere potenziali clienti e far conoscere i propri beni o servizi attraverso la pubblicità.

La Televisione e la radio

Due colossi delle comunicazioni. Molto diversi tra loro ma che riescono tutt’ora ad imporsi con prepotenza nel mondo del marketing.

Il pubblico della televisione è molto variegato, colpisce i bambini e i giovanissimi, oppure le persone più mature.

La fascia dai 20 ai 50 tende a guardare meno la televisione preferendo, invece, servizi di streaming. Da qui si può cominciare a notare come marketing online e offline siano perennemente in contrapposizione.

Inoltre, investire in pubblicità sulla televisione è molto costoso, quindi è un mezzo di comunicazione più adatto a grandi aziende che hanno un budget importante da investire in marketing.

La radio, invece, ha costi più accessibili e permette di raggiungere anche la fascia di popolazione non colpita dalla televisione.

Sono tantissimi i programmi per ragazzi che li coinvolgono in giochi e sfide oppure che riproducono canzoni in voga.

La stampa

Nella diatriba fra marketing online e offline un altro colosso da citare è la stampa.

Pubblicare sui giornali è ancora conveniente?

Sono sicuramente le persone più mature ad acquistare ogni mattina i quotidiani e a poter trovare pubblicità interessanti fra le notizie.

Per quanto riguarda la fascia giovanile, solo metà della popolazione legge quotidianamente i giornali.

I costi delle pubblicità sui giornali si posizionano in una fascia intermedia. Sicuramente più bassi della televisione ma più alti di qualsiasi azione di marketing sul web.

Il servizio postale

La tecnica di invio di materiale pubblicitario o di inviti via posta rappresenta un elemento che caratterizza in modo puntuale la differenza fra marketing online e offline.

Vedremo, successivamente, come il web ha creato un’evoluzione dalla posta fisica alla posta virtuale.

La Pubblicità nei luoghi pubblici

Questa tipologia di marketing si adatta alle necessità di qualsiasi azienda, grande o piccola che sia.

Tramite volantini e cartellonistica permette di creare diversi format pubblicitari da diffondere nei luoghi pubblici, affinché siano sempre sotto gli occhi dei potenziali clienti.

Gli Eventi

Quando si parla di eventi si può intendere sia la partecipazione ad eventi di settore, in cui si possono conoscere svariate persone e fare networking, oppure la creazione di eventi all’interno dell’azienda.

In queste occasioni si possono applicare offerte, raccogliere contatti e fidelizzare i clienti.

Insomma, nella diatriba tra marketing online e offline, quest’ultimo ha sicuramente tanti risvolti positivi.

Marketing online e offline: il lato web

marketing online e offline
La digitalizzazione ha stravolto completamente il modo di fare marketing

Il marketing online sfrutta le nuove tecnologie che le aziende hanno a disposizione per farsi conoscere e promuovere i propri prodotti o servizi.

Tute le tecniche che stiamo per elencare sfruttano, naturalmente, il web.

La Search Engine Optimization

La SEO, acronimo di Search Engine Optimization, è la prima strategia con la quale le aziende di qualsiasi dimensione possono ottimizzare il proprio sito web o e-commerce per posizionarsi sui motori di ricerca.

È un insieme di tecniche che, se correttamente applicate da esperti del settore, possono garantire una grande visibilità sul web.

La SEO comprende tantissimi aspetti, dalla scelta delle parole chiave con cui farsi trovare su Internet, alla cura dei link, dei metadati, alla user experience, ecc…

Sono davvero tante le sfaccettature di questa strategia. Ma, se ben applicata, può restituire enormi risultati quasi a costo zero.

Il Social Media Marketing

Ebbene sì, nella sfida tra marketing online e offline va riservato un posto d’onore ai social media.

Se prima abbiamo parlato dei mezzi di comunicazione tradizionali, con i quali si poteva veicolare il messaggio di un’azienda, oggi questi mezzi sono stati completamente stravolti.

In gran parte responsabili di questo cambiamento di rotta sono i social media.

Compagni fedeli della vita di tutti noi, sono il luogo perfetto per chi vuole ottenere visibilità.

Non è indispensabile orientarsi solo ed esclusivamente sulla pubblicità a pagamento. Un’azienda può promuoversi quotidianamente senza dover spendere nemmeno un euro.

Il Content marketing

Strettamente legato alla strategia che abbiamo appena visto, troviamo il content marketing.

Si sostanzia, come è intuibile dal nome, nella grande produzione e diversificazione di contenuti.

Abbiamo tante piattaforme a disposizione? Utilizziamole al meglio!

Ogni social media o sito web deve avere un suo piano ben strutturato di contenuti, settati sulla base del pubblico e sullo scopo della piattaforma.

L’Email marketing

Prima ti abbiamo detto che, un tempo, gli inviti e le pubblicità venivano recapitati tramite posta fisica.

Questa pratica è ancora utilizzata oggi, ma si limita a contesti molto particolari.

Quale mezzo si utilizza oggi?

La posta elettronica. Ogni persona ha un proprio indirizzo email, spesso se ne hanno diversi.

L’email marketing si sostanzia nella raccolta delle email degli utenti che vengono poi sfruttate per azioni di marketing in senso stretto quali pubblicità, vendita di prodotti o servizi, offerte ad hoc.

Avere l’email di un utente significa avere un contatto diretto con lo stesso che può potenzialmente diventare un futuro cliente.

Le Campagne pubblicitarie sul web

Siamo arrivati sul versante delle pubblicità a pagamento. Si tratta di una strategia che, tuttavia, si rivela accessibile per tutte le tasche.

Le campagne pubblicitarie si possono fare sui motori di ricerca, pensa a Google Ads, oppure sui social media.

Se scegli la prima soluzione, devi essere consapevole del fatto che servono investimenti più alti rispetto a quelli dei social per ottenere risultati consistenti. Su questi, invece, basta investire pochi euro per vedere un primo ritorno.

Chi vince tra marketing online e offline?

marketing online e offline
Il segreto è integrare il marketing online a quello offline

La verità è che non esiste una soluzione migliore di un’altra. In base alle necessità del momento, alla dimensione dell’azienda e ai suoi obiettivi, è possibile optare per alcune strategie piuttosto che per altre.

La soluzione migliore è quella di riuscire ad integrare alcune delle strategie online alle tecniche di marketing offline che le aziende hanno da sempre posto in essere.

CHIEDI UNA CONSULENZA
CONTATTACI

per richiedere la nostra assistenza








    Ho letto e accetto la Privacy Policy